Una famiglia moderna
Una famiglia moderna

Una famiglia moderna

Da una delle giovani scrittrici norvegesi più importanti, il ritratto dolceamaro di una famiglia che si trova a un punto di svolta.

«Ci stiamo lasciando»: tre brevi, semplici parole che innescano un terremoto. Quando i tre fratelli Liv, Ellen e Håkon arrivano a Roma insieme ai genitori per festeggiare il settantesimo compleanno del padre, tutto si aspettano tranne quello che sta per accadere: i genitori annunciano che hanno deciso di divorziare.
Scioccati e increduli, i fratelli cercano di venire a patti con questa decisione che riecheggia nelle case e nelle famiglie che hanno a loro volta creato, e li costringe a ricostruire la narrazione condivisa della loro infanzia e della loro storia familiare ma soprattutto a rivedere la propria visione sui rapporti di coppia.
Un romanzo agrodolce fatto di rimpianti, relazioni e intuizioni rare, che ci incoraggia a guardare un po’ più attentamente le persone a noi più vicine e alla fine rivela che non è mai troppo tardi per cambiare.

«Flatland ha perfezionato il suo stile letterario e con questo romanzo va a segno. Ed è anche divertente. Con questo libro l’autrice svela ancora una volta un talento impressionante nel descrivere l’essere umano moderno – o meglio, una famiglia moderna – e si conferma una delle nostre giovani scrittrici più importanti».
«Dagbladet»


«Ancora una volta, Helga Flatland dimostra di essere un’osservatrice insolitamente saggia e acuta delle persone, di come agiamo e interagiamo, dei nostri traumi e del modo in cui affrontiamo i problemi. La sua prosa è cristallina e condita con gocce di umorismo».
«Dagsavisen»


«C’è un accenno di Ingmar Bergman in questo ritratto di una famiglia completamente normale che scava in profondità e strazia il cuore».
«Addresseavisen»


«La scrittura più bella ed elegante che abbia letto da molto tempo. Se amate Anne Tyler, lo adorerete».
Joanna Cannon


«Helga Flatland scrive con eleganza e sottile umorismo e sviluppa una riflessione scaltra e perspicace sulla psicologia della famiglia e della perdita». «Daily Express»

Book details

About the author

Helga Flatland

È nata nel 1984 a Telemark, in Norvegia. Il suo esordio risale al 2010 con Stay If You Can. Leave If You Must (Aschehoug 2010), vincitore del Tarjei Vesaas’ First Book Prize 2010, The Young Critics Award 2010 e Aschehoug First Book Scholarship 2010. Nel 2015 ha vinto il Mads Wiel Nygaard’s Endowment e il premio Amalie Skram. È stata definita la “Anne Tyler norvegese”.

You will also like

EPUB Mobi