Gioventù

Dopo il successo di Infanzia, il secondo capitolo della trilogia di Copenaghen, riscoperta letteraria celebrata a livello mondiale. In questo secondo volume Tove si consuma in una serie di prove del fuoco che non fanno che alimentare la sua inesauribile passione per la libertà.

Costretta ad abbandonare la scuola in anticipo, a partire dai quattordici anni Tove intraprende una carriera difficile, fatta di lavori umili e mal pagati. Ma lei ha fame: di poesia, di amore, di vita vera. Mentre l’Europa si avvia verso la guerra, deve affrontare capi sfruttatori, una padrona di casa nazista e una serie di incontri sessuali indesiderati, lungo il cammino verso l’indipendenza che fatica a conquistare. Eppure, la giovane Tove rimane spietatamente determinata nel perseguire la sua vocazione poetica, finché alla fine il miracolo che ha sempre sognato sembra essere a portata di mano. Gioventù, secondo volume della trilogia di Copenaghen, è un ritratto straordinariamente onesto e coinvolgente dell’adolescenza, cosparso di umorismo pungente e di poesia.

«Prima ancora di Joan Didion e di Annie Ernaux, la scrittrice danese trasforma la propria esistenza in opera d’arte: è a partire dalle vicende personali che Ditlevsen raggiunge l’universale; è raccontando la propria storia che riesce a narrare la vita di ognuno di noi. E lo fa con una lingua perfetta».
Michela Marzano, «TTL – La Stampa»


«Queste memorie scritte in uno stato di trance, quasi di autoipnosi, che anticipano di molti anni l’autofiction, appaiono sorprendentemente fresche».
Livia Manera, «la Lettura – Corriere della Sera»


«L’infanzia è una tara, una malattia, un odore ineludibile. È crudele come nei testi di Agota Kristof, ed è raccontata con una lingua spoglia, disadorna, che giustifica i paragoni della critica con Annie Ernaux».
Rosella Postorino, «Robinson – la Repubblica»


«Oggi possiamo godere anche noi della trilogia di Copenaghen, in cui Ditlevsen passa in rassegna la sua vita – dalle origini proletarie all’affermazione letteraria fino alla dipendenza dall’alcol – con uno stile asciutto ed evocativo insieme».
Veronica Raimo, «D – la Repubblica»


«Ditlevsen, l’Ernaux danese del Novecento, viene finalmente riscoperta».
Carlotta Vissani, «il Fatto Quotidiano»

Book details

About the author

Tove Ditlevsen

È stata una celebrata poetessa e romanziera danese. I suoi libri autobiografici, Infanzia, Gioventù e Dipendenza, compongono la trilogia di Copenaghen. In queste pagine, con una chiarezza e una sincerità cristalline, l’autrice racconta la sua vita tormentata: eterna outsider del mondo letterario, quattro matrimoni e quattro divorzi alle spalle, per tutta la sua vita adulta ha avuto problemi di dipendenza da alcol e droghe ed è morta suicida nel 1976.

You will also like

EPUB Mobi

EPUB Mobi

EPUB Mobi

EPUB Mobi